invest-italia.com

  invest-italia

Home

Chi siamo

Vendita

Affitto

Servizi

Informazioni

Contatti

Home
 
   

  Informazioni

mappa d'Italia
regione Puglia
regione Basilicata
tour fotografico della Puglia
nostri partner
 

.

 

.

 

 
 
 

Informazioni

Tassazione per acquisto immobili:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  Quando si acquisto una proprietà immobiliare in Italia, ci sono delle imposte, tributi ed onorari notarili da versare, oltre a delle spese collegate al mantenimento della proprietà; qui di seguito riassumiamo brevemente il quadro delle imposte:

Acquisto:

  •        10% del prezzo dellimmobile I.V.A.
  •        168,00 Imposta Registro
  •        168,00 Imposta Catastale
  •        168,00 Imposta Ipotecaria
  •        1 1,5% del prezzo dellimmobile Spese notarili

Mantenimento:

  •          I.C.I. (Imposta Comunale Immobili) 0,4-0,7%, calcolata Valore Catastale dellimmobile, che è circa il 50-60% del valore di acquisto;
  •          Energia elettrica quota fissa, circa 80,00 per anno;
  •          Acqua quota fissa, circa 60,00 per anno;
  •          Riscaldamento quota fissa 50,00 per anno.

I pagamenti possono essere effettuato mediante addebito su conto corrente in banca italiana, gestito direttamente dalla sede del proprietario.

Nel caso in cui lacquirente di un immobile in Italia, mantiene la titolarità dellimmobile per almeno 5 anni, nella rivendita, non sarà soggetto di nessuna imposta sul capital gain.

La INVEST ITALIA, attraverso il suo staff, è in grado di affiancare e coordinare tutte le attività collegate alla soluzione di tutti gli adempimenti per quanto sopra descritto.

     
Collegamenti:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  I collegamenti sono assicurati dagli aeroporti internazionali di Bari e Brindisi; oltre agli eccellenti collegamenti in treno con le stazioni di Bari, Brindisi e Lecce che utilizzano i treni veloci con poche fermate con le principali città italiane (Roma, Firenze, Milano ect..).
  • Aeroporto Internazione di Bari Karol Wojtyla: il termina passeggeri, inaugurato nel 2005, è dimensionato per 3.600.000 passeggeri/anno, con il picco di 1.400 passeggeri/ora. Grazie allintroduzione di diverse nuove rotte, anche internazionali, con vettori tradizionali e low-cost, nel 2007 il traffico annuo è stato di circa 2,5 milioni di passeggeri, in netto aumento. Nel 2011 è prevists lapertura del collegamento ferroviario con il centro di Bari.
  • Aeroporto Internazione del Salento: Si trova alla periferia della città di Brindisi e serve lintera regione della Puglia meridionale, con un traffico annuo di circa 1 milione di passeggeri nel 2008. Il terminal è stato recentemente ammodernato. La presenza di due piste con diverso orientamento garantisce loperatività dello scalo anche con condizioni climatiche avverse. Laeroporto è adibito anche ad uso militare e ospita una base logistica  di pronto intervento umanitario dellONU.
  • Aeroporto della Basilicata: E in fase di ristrutturazione e riqualificazione una vecchia pista ubicata a Pisticci in provincia di Matera, che assicurerà il collegamento con una zona fortemente in fase di sviluppo immobiliare.
  • Porto di Bari: Il porto di Bari è mercantile, commerciale e turistico. I collegamenti principali sono per Albania (Durazzo), Montenegro (Antivari) e Grecia (Corfù, Igoumenitsa e Patrasso). Le molteplici funzioni operative del porto di Bari possono contare su banchine attrezzate per la movimentazione di ogni tipo di merce e su una eccellente rete di collegamenti con ogni modalità di trasporto. Anche grazie a tali caratteristiche il Porto di Bari è stato indicato quale "terminale occidentale".
 
     

Territorio:

   

PUGLIA:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Puglia è una regione dell'Italia meridionale. Il capoluogo è la città di Bari, città nella quale riposano le reliquie di San Nicola; tale privilegio ha reso Bari e la sua basilica, uno dei centri prediletti della Chiesa Ortodossa in Occidente. Confina a nord-ovest con il Molise, a ovest con la Campania e la Basilicata ed è bagnata dal mare Adriatico a est e nord e dal mar Ionio a sud.

Comprende le province di Foggia, Barletta-Andria-Trani, Bari, Taranto, Brindisi e Lecce. La Puglia è la regione più orientale d'Italia: Punta Palascìa, presso Otranto, dista circa 80 km dalle coste dell'Albania e costituisce il punto più ad est d'Italia.

Il suo territorio è pianeggiante per il 53,3%, collinare per il 45,3% e montuoso solo per l'1,4% il che la rende la regione meno montuosa d'Italia. I monti più elevati si trovano nel subappennino Dauno, nella zona nord-occidentale, al confine con la Campania, dove si toccano i 1152 m del Monte Cornacchia, e sul promontorio del Gargano, a nord-est con i 1055 m del monte Calvo.

Il territorio collinare pugliese è suddiviso tra le Murge e le serre salentine. La Murgia (o le Murge), è una zona pugliese molto estesa compresa per gran parte nella provincia di Bari e in quella di Barletta-Andria-Trani. Si estende ad occidente toccando la provincia di Matera, in Basilicata; Le pianure sono costituite dal Tavoliere delle Puglie, che rappresenta la più vasta pianura d'Italia dopo la Pianura Padana; la Pianura Salentina, è un vasto e uniforme bassopiano del Salento che si estende per gran parte per tutta la parte settentrionale della provincia di Lecce.

La felice posizione geografica della Puglia, naturale terra d'imbarco verso la Terrasanta prima dei pellegrini e dal 1090 anche dei crociati, determinò la ricezione di una grande varietà di influssi culturali che si manifestò soprattutto in architettura, scultura e nel mosaico. Uno degli edifici più rappresentativi è la basilica di San Nicola a Bari, iniziata nel 1087 e terminata verso la fine del XII secolo.

Il Barocco leccese è una singolare declinazione del barocco che è nata alla fine del XVI secolo, in un tutt'uno col Rococò. Questa corrente artistica si diffuse in tutta la provincia favorita oltre che dalla storia, anche dalla qualità della pietra locale impiegata; la pietra leccese. Il barocco del Salento è riconoscibile per le sue decorazioni che caratterizzano i rivestimenti degli edifici. In un primo momento, tale stile interessò solo gli edifici sacri e nobili.

La Puglia, con 834 km di coste, è la terza regione italiana per sviluppo costiero dopo Sicilia e Sardegna. La costa del Gargano è in genere rocciosa, mentre in Terra di Bari, a partire da Trani, si alternano sabbia e scogli bassi. Lungo il litorale adriatico del basso Salento non sono rari i tratti rocciosi. L'intero litorale ionico dal Salento meridionale ai confini con la Basilicata è invece caratterizzato da spiagge di sabbia bianca, che nella parte settentrionale del golfo di Taranto sono circondate da pinete.

Alla Puglia appartiene l'arcipelago delle isole Tremiti, a nord-est al largo della costa garganica, alcune isole di piccole dimensioni come le isole Cheradi, presso Taranto, e l'isola di Sant'Andrea dinanzi alla costa di Gallipoli.

La Puglia, con 834 km di coste, di cui 693 km dichiarate balneabili, è la terza regione italiana per lo sviluppo costiero, dopo Sicilia e Sardegna

 

     

BASILICATA:

 
 

La Basilicata, anchessa una regione dell'Italia meridionale ed ha come capoluogo Potenza. Comprende la provincia di Potenza e la provincia di Matera. Le altre città principali, oltre ai due capoluoghi, Potenza e Matera, sono Melfi, Pisticci e Policoro. Confina a nord e ad est con la Puglia, ad ovest con la Campania, a sud con la Calabria, a sud-ovest è bagnata dal mar Tirreno e a sud-est è bagnata dal Mar Ionio.

Il territorio della Basilicata è prevalentemente montuoso (46,8%) e collinare (45% circa) e possiede un'unica grande pianura: la Piana di Metaponto, che occupa solo l8% del territorio. I massicci del Pollino (Serra Dolcedorme - 2.267 m) e del Sirino (Monte Papa - 2.005 m), il Monte Alpi (1.900 m), il Monte Raparo (1.764 m) ed il complesso montuoso della Maddalena (Monte Volturino - 1836 m) costituiscono i maggiori rilievi dell'Appennino lucano. Nell'area nord-occidentale della regione è presente un vulcano spento, il monte Vulture. Le coste del litorale ionico sono basse e sabbiose mentre quelle del litorale tirrenico sono alte e roccios.

Il clima della Basilicata cambia di zona in zona; infatti una caratteristica rilevante è che la Regione è esposta a due mari. La parte orientale della regione (non avendo la protezione della catena appenninica) risente dell'influsso del mar Adriatico. Ma nonostante la diversità, il clima della regione può essere definito continentale, con caratteri mediterranei solo nelle aree costiere. Infatti se ci si addentra già di qualche chilometro nell'interno, soprattutto in inverno, la mitezza viene subito sostituita da un clima rigido e umido. È stato scientificamente dimostrato che il clima del meridione in generale, e nelle zone di Puglia e Basilicata in particolare, è risultato vantaggioso per la salute.

     
     
 
     
             
2010 invest-italia.com (Italia-Russia)

 

Web-Agenzia "Matex"